SALDATURA MIG-MAG

La saldatura MIG (Metal-arc Inert Gas) o MAG (Metal-arc Active Gas), indicate entrambe nella terminologia AWS come GMAW (Gas Metal Arc Welding - Saldatura ad arco con metallo sotto protezione di gas), è un procedimento di saldatura ad arco con filo continuo, in cui il calore viene generato da un arco che scocca tra un filo fusibile ed il pezzo. Conseguentemente il filo assolve sia la funzione di elettrodo, sia la funzione di apportare materiale al giunto, in quanto il passaggio della corrente ne provoca la fusione ed esso viene alimentato continuamente nella zona di saldatura mediante una torcia. L’atmosfera protettiva necessaria per consentire il funzionamento dell’arco elettrico, evitando la contaminazione del bagno da parte dell’atmosfera d’aria, viene fornita da un gas affluente la torcia che, in base alla sua composizione, può essere definito attivo o inerte: Argon (Ar), Elio (He) e miscele tra i due gas vengono definiti inerti (saldatura MIG), qualsiasi aggiunta in miscela di Anidride Carbonica (CO2), Ossigeno (O2 ), Azoto (N2) e Idrogeno (H2) portano il gas ad essere considerato attivo (saldatura MAG).

Vantaggi della saldatura MIG-MAG

  • Elevata produttività grazie alla continua alimentazione del metallo d’apporto
  • Assenza di scoria quasi assoluta (utilizzando fili pieni)
  • Migliore visibilità del bagno di fusione, con buone possibilità di controllo dell’esecuzione della saldatura ed elevato aspetto estetico del cordone
  • Maggiori densità di corrente consentendo elevate velocità di deposito

Questo procedimento è ideale per effettuare qualsiasi tipo di cordone su acciai al carbonio, basso legati, legati, inossidabili, leghe di nichel, alluminio, rame, dove elevate velocità di processo e deposito sono le principali specifiche richieste