SALDATURA A RESISTENZA RW

La saldatura elettrica a resistenza (Resistance Welding o RW nella terminologia AWS) è un procedimento di saldatura autogena per pressione nel quale il calore necessario per portare localmente le superfici da risaldare a temperatura di forgiatura o di fusione è fornito per resistenza elettrica dal passaggio di una corrente attraverso la zona da unire. La saldatura si compie senza materiale d’apporto. La saldatura a resistenza, rispetto alla saldatura ad arco, presenta il vantaggio di avere cicli termici meno severi, quindi di avere una zona termicamente alterata sensibilmente più ridotta di quella di una saldatura ad arco. D'altra parte, la saldatura a resistenza può essere eseguita solo su spessori limitati (generalmente minori di 3 mm, anche se con parametri ed elettrodi studiati in modo particolare si può arrivare a 6 mm) e richiede procedimenti particolari e molto costosi per fornire giunti continui (elettrodi a disco). Mediante la saldatura elettrica a resistenza si possono realizzare sia giunti a sovrapposizione, nei quali la saldatura è limitata a piccole porzioni delle superfici sovrapposte, sia giunti di testa, nei quali la saldatura si estende a tutta la superficie di contatto dei pezzi. La saldatura a resistenza viene utilizzato su una vasta gamma di applicazioni su acciai al carbonio, lamiere zincate, acciai inossidabili, leghe di alluminio, leghe di rame e titanio.

Vantaggi della saldatura a Resistenza

  • Non necessita di materiale d’apporto
  • L’effetto termico contenuto non altera le zone adiacenti al punto di saldatura
  • Indicata per piccole o grandi superfici permette di realizzare giunti di sovrapposizione e di testa